Effetti Speciali Cinematografici

BEST SFX

Gli effetti speciali nel Cinema

Effetti Speciali Cinematografici, scenici, atmosferici, pirotecnici, realizzati sul set, in simbiosi con attori e  stunt-men.

Effetti speciali Cinematografici

Il nostro lavoro: gli effetti speciali cinematografici !

Sono un insieme di tecniche e tecnologie utilizzate nel cinema, nella televisione e nel teatro.
Essi simulano eventi altrimenti impossibili da rappresentare in maniera tradizionale, in quanto troppo costosi, pericolosi, o contrari alle leggi della natura.

BestSfX Roma Effetti speciali per film cinema e teatro

E molto altro! Dai un'occhiata.

Costruzioni speciali, Stampi su ordinazione, oggettistica safety, vetri finti.

SFX Crew

Elio Terribili

FONDATORE

Nasce a Roma il 20 Luglio 1960 

Entra nel mondo degli effetti speciali nell’82. All’attivo più di 200 partecipazioni per la realizzazione degli effetti speciali tra film, fiction, commercials ed eventi

 

 

Roberto Ricci

fondatore

Nasce a Roma il 24 Settembre 1955
Figlio d’arte. Inizia giovanissimo come attore, poi aiuto regista e montatore. Grandissima esperienza messa a disposizione del mondo degli effetti speciali fino agli ultimi lavori come “TOLO TOLO” e PINOCCHIO”
 

O troveremo una strada,
o ne costruiremo
una”

annibale, 247-182 a.c.

contatti

Gli effetti speciali cinematografici

Gli effetti speciali sono un insieme di tecniche e tecnologie utilizzate nel cinema, nella televisione e nel teatro per simulare degli eventi altrimenti impossibili da rappresentare in maniera tradizionale, in quanto troppo costosi, pericolosi, o semplicemente contrari alle leggi della natura.

I trucchi

Grazie agli effetti speciali, detti più semplicemente “trucchi” (ed indicati spesso con l’acronimo “SFX”), lo spettatore ha l’illusione ottica (e/o acustica) che un determinato evento stia accadendo, o sia accaduto, realmente.
Storia

Caratteristiche

Gli effetti speciali sono una delle caratteristiche peculiari del cinema fin dai tempi degli esperimenti compiuti dal regista francese Georges Méliès, inventore dei primi rudimentali effetti visivi, spesso ottenuti con semplici tecniche di montaggio. Egli riuscì, ad esempio, a simulare la sparizione di una persona giuntando due inquadrature di uno stesso ambiente: la prima mostrava la persona, mentre la seconda solo l’ambiente vuoto. Altri suoi esperimenti riguardarono la sovrapposizione di due o più pellicole, per simulare ad esempio lo sdoppiamento di una persona. Questi rudimentali effetti erano una delle attrattive dei primi cinematografi (come ad esempio i nickelodeon americani), spesso ubicati presso i luna park, e furono quindi determinanti per la diffusione del cinema nei primi decenni del novecento.

Nuove tecniche

Gli effetti sono andati via via raffinandosi di pari passo con l’introduzione di nuove tecniche di ripresa, come ad esempio lo “stop motion” (o “passo uno”), che diede vita al King Kong del 1933 e ai famosi scheletri guerrieri di Ray Harryhausen. Altre tecniche vedevano l’uso di “miniature”, ossia riproduzioni in scala ridotta di un ambiente o di un oggetto di grandi dimensioni. Leggendarie sono ad esempio le dettagliatissime miniature usate nel 1966 in 2001 Odissea nello spazio.